Istituto Kantha

per lo sviluppo del Canto Libero Trasformatore


L’Instituto Kantha è stato creato per diffondere e sviluppare il modello di Canto Libero Trasformatore
ideato da me, Rosa Medina, a partire dalla mia personale esperienza di guarigione.



Curiosamente il nome dell’Istituto Kantha l’ho trovato un giorno leggendo un bellissimo libro (“Tantra” di Daniel Odier). In una delle pagine c’era una descrizione sui chakra, nominati in lingua sanscrita, e riguardante il 5º chakra c’era scritto “Kantha è il centro della gola, è collegato alla verità, alla parola profonda, al canto sacro…”. Appena letto questo ho chiuso gli occhi e qualcosa dentro di me mi disse che era questo il nome che stavo cercando: KANTHA! Un nome che fa riferimento diretto al canto, a quell’espressione genuina di sé che ci connette tramite il suono con il Tutto da cui facciamo parte.

Così il colore del mio logotipo è blu in corrispondenza con il colore assegnato tradizionalmente al 5º chakra, quel colore che mi vincola al mare e richiama i suoi suoni, quelle onde che m’innamorano e che si muovono al compasso del mio respiro, mi rilassano, mi accendono, mi cantano e mi contagiano i suoi suoni.

Kantha: La verità, la parola profonda, il canto sacro.



L’Istituto Kantha vuole essere una piattaforma che dia ali al mio lavoro sulla voce ed il canto libero permettendo che arrivi alla gente come una risorsa molto vicina al servizio della propria guarigione e crescita. Cantare fa bene e tutti quanti lo sanno, ma spesso le persone sentono una sorta di pudore nel farlo per via dei tanti pregiudizi culturali che incitano a cantare soltanto chi gode di una bella voce.

Io ho scoperto un altro modo di cantare, senza parole, con suoni ed intonazioni che liberamente traducono i contenuti che abitano nel nostro interiore. Così la nostra vita di ogni momento può essere espressa con dei suoni e quindi, “cantata”. Non ci sono forme definite e specifiche perché il prodotto sia di valore. Si tratta di lasciarsi fluire con la voce spontaneamente, senza censure, né valutazioni inibitorie. Tutti i suoni, qualunque siano, hanno spazio con questo metodo. E quello che si ottiene nell’offrirsi al movimento libero della voce con i suoi suoni spontanei è uno stato di benessere, di pace interiore, di amorevole riconciliazione con sé stesso. A volte bisognerà transitare per stati più ombrosi che comportano espressioni emotive più difficili, alla fine, però, del processo, l’acqua arriva al suo corso e si lascia stare nella quiete.



Il primo progetto che propongo come Istituto Kantha è una piccola Formazione di 80 ore sull’uso della voce, il suono ed il canto libero nella terapia e nelle professioni dell’aiuto. Questa formazione divisa in 5 fine settimane sarà realizzata in Spagna, Italia e Messico.


Responsabile: Rosa Medina. Scopo: registrarsi per questo abbonamento e inviare le mie pubblicazioni e le e-mail commerciali. Legittimazione: è grazie al tuo consenso. Destinatari: i tuoi dati sono ospitati sulla mia piattaforma di email marketing Mailchimp, con sede negli Stati Uniti (vedi politica sulla privacy di Mailchimp). È possibile esercitare i diritti di accesso, rettifica, limitazione o cancellazione dei dati inviando un'e-mail a voz@rosamedinacantolibre.com. Informazioni aggiuntive: è possibile espandere le informazioni nelle note legali.

abbonarsi

Ricevi nella tua email nuovi articoli e informazioni sui prossimi corsi e workshop.